Le Dolomiti sono una meta incantevole per le vacanze. Una meta ideale per chi ama il relax, ma anche la buona cucina, l’aria fresca e il sole bollente sul viso.

Per le famiglie, gli amanti dello sport e delle lunghe passeggiate, ma anche per le avventure in alta montagna, lungo le vie del trekking. Vediamo insieme quali possono essere i migliori trekking sulle Dolomiti.

Le Dolomiti sono una catena montuosa che fa parte dei siti italiani Patrimonio dell’Unesco e fanno parte delle Alpi Orientali; sono contenute tra il Trentino Alto Adige, Il Friuli Venezia Giulia e il Veneto. Si distinguono per la cura dei territori, per i fantastici panorami e le più grandi altitudini in Italia con diciotto vette che superano i tremila metri.

I migliori percorsi trekking in Veneto

Sulle Dolomiti ci sono circa 16.000 chilometri di sentieri segnalati, che si suddividono per i diversi livelli di difficoltà: dai percorsi per principianti per lo più pianeggianti, di facile percorrenza anche con passeggini, fino ai percorsi per esperti e alle vie ferrate.

Tra i migliori percorsi trekking in Veneto ci sono sicuramente quelli compresi nelle Dolomiti Bellunesi e Ampezzane, dove si trovano i gruppi maggiori con le Tre Cime di Lavaredo, la Marmolada, le Tofane, il Sorapis, il Civetta, la Moiazza, la Croda Rossa d’Ampezzo e tutte le località che circondano queste zone selvagge e meravigliose.

Qualche consiglio

Due sono i principali consigli che vanno seguiti ovunque: valutare sempre la propria preparazione fisica in relazione al percorso che si vuole intraprendere e valutare, allo stesso tempo, anche la preparazione tecnica per i tratti attrezzati.

Ogni percorso, in genere, termina con una malga o un rifugio in cui riposare e rifocillarsi. Importante è programmare per tempo le uscite, per non trovarsi impreparati ed anche per prenotare. Chiedere anche consiglio ad una guida esperta.