Spesso si ha il desiderio di voler condividere le spese relative agli abbonamenti digitali come quelle legate a Netflix oppure Spotify, con altre persone, amici, conoscenti o altri utenti.

Tuttavia, è molto frequente che le persone non sappiamo come fare per condividere queste spese in maniera periodica e semplice. 

Per questo motivo, è stato realizzato il servizio Diveedi, dedicato proprio alla condivisione delle spese con altri utenti relative alla condivisione degli abbonamenti digitali multi-account, come ad esempio Spotify Family o Netflix. 

Ecco, quindi, quali sono le principali caratteristiche del servizio di condivisione abbonamenti Diveedi e quali sono i vantaggi offerti da questa piattaforma. 

Condivisione abbonamenti: come funziona Diveedi

La piattaforma Diveedi consente di mettere in contatto diversi utenti che desiderano condividere le spese legate all’abbonamento relativo a Netflix Premium oppure a Spotify Family, così da ridurre notevolmente le spese. 

A questo proposito, è possibile riconoscere la figura dell’admin, ovvero colui che ha il compito di creare un gruppo volto alla condivisione del proprio account. Questo gruppo potrà essere pubblico, quindi accessibile a qualsiasi tipo di utente, oppure privato, dunque accessibile esclusivamente in seguito ad un apposito invito. 

I partecipanti che entrano all’interno del gruppo potranno accedere all’account Netflix o Spotify dell’amministratore, che metterà a disposizione le proprie credenziali personali per accedere.

Tuttavia, in cambio ciascun partecipante dovrà pagare una quota di partecipazione che sarà prelevata automaticamente da parte di Diveedi.

Condivisione abbonamenti: i vantaggi di Diveedi

Grazie alla piattaforma di condivisione abbonamenti rappresentata da Diveedi è possibile riuscire a condividere le spese per gli abbonamenti digitali che prevedono un multi-account, dunque la possibilità di accedere con diversi account contemporaneamente. 

Per questo motivo, questa piattaforma può essere la soluzione ideale per chi desidera accedere a questi servizi in maniera premium, senza però dover sostenere delle spese eccessive legate all’abbonamento mensile.